Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

La storia infinita

Pubblicato su da Lucia Collo

La storia infinita

Buongiorno carissimi,

iniziamo la discussione di oggi trattando un film cult degli anni 80/90:

La storia infinita.

Una pellicola conosciutissima che ha portato sul grande schermo personaggi fantastici, Imperatrici bambine, terre incantate, un magico aurin e il Nulla.

La storia infinita (Die unendliche Geschichte) è un film del 1984 diretto da Wolfgang Petersen.

Ispirato al romanzo omonimo di Michael Ende, è interpretato da Noah Hathaway, Barret Oliver e Tami Stronach nella sua prima apparizione cinematografica. Il suo budget di 25 milioni di dollari ne fece il più costoso film di produzione tedesca.[1]

Il film ha avuto due seguiti, La storia infinita 2 (1990) e La storia infinita 3 (1994).

TRAMA tratta da wikipedia

Il protagonista, Bastian, saluta il padre prima di andare a scuola, sottolineando il fatto che questi da quando è morta la mamma non si accorge più di lui. Per strada incontra tre bulli che iniziano a prenderlo in giro, lo inseguono e lo gettano in un bidone dell'immondizia. Bastian pensando che se ne siano andati esce dal bidone, ma i tre sono ancora lì ad aspettarlo, inizia quindi a scappare, ed entra nella prima porta che gli capita.

Si ritrova in una libreria, ci sono vecchi libri dappertutto, e seduto su una poltrona c'è un uomo anziano che lo accoglie molto bruscamente. Bastian si sente offeso dalle affermazioni sui bambini davvero poco gentili fatte dal signore, e si difende dicendo che lui è un avido lettore. Si dimostra subito molto interessato allo strano libro che il padrone della libreria tiene in mano: La storia infinita. Appena il libro resta incustodito, Bastian lo afferra e scappa via, lasciando però un biglietto che dice: "Non si preoccupi, le restituirò il libro".

Bastian col libro sotto la giacca arriva a scuola di corsa, ma è in ritardo, sbirciando dentro l'aula scopre che c'è un compito in classe, decide allora di nascondersi nella soffitta della scuola. Qui Bastian si prepara un piccolo giaciglio e inizia avidamente a leggere il suo libro. Egli è quindi il narratore della storia che ci viene rappresentata, e più volte interrompe la lettura o per commentarla o per motivi esterni come la campanella della scuola. Siamo in una foresta, dove alcune creature fantastiche si incontrano: un Mordiroccia, un Maghetto e un Omino con una lumaca e un pipistrello.

I tre iniziano a discutere della loro missione alla Torre d'avorio: vogliono raggiungere l'Imperatrice per parlarle del Nulla (un'entità potentissima che somiglia ad un gigantesco ciclone che minaccia le loro terre). Giunti alla mitica torre, dove si sono riunite diverse creature del regno di Fantàsia, il portavoce dell'Imperatrice annuncia che la stessa Infanta è gravemente malata, e che solo un giovane eroe può salvarla, un tale Atreyu,un giovane fanciullo, si presenta e accetta il gravoso incarico e l'Auryn, il simbolo dell'Imperatrice.

Atreyu in groppa al suo cavallo Artax inizia la sua ricerca per le terre di Fantàsia e contemporaneamente si materializza Gmorg, un Lupo nero enorme che lo insegue tentando d'impedirgli di compiere la sua missione. Giunto alle Paludi della tristezza Artax sprofonda vinto dallo sconforto. Disperato per la perdita del suo cavallo,che è sprofondato nella palude, Atreyu vaga alla ricerca di Morla Morla l'essere millenario, una gigantesca tartaruga che lo indirizza alla volta dell' Oracolo del Sud che dista migliaia di miglia da lì. Atreyu stanco e sconsolato sta per perdersi nelle paludi quando viene tratto in salvo da un gigantesco dragone bianco.

Si risveglia tra le zampe del FortunaDrago, che risponde al nome di Falkor, e viene accolto dalle amorevoli cure di una coppia di gnomi. Scopre poi di essere in prossimità dell'Oracolo. Coraggiosamente riesce a superare la prima porta delle Sfingi, e davanti alla seconda porta, lo specchio dell'anima, invece di vedere il vero sé stesso con tutte le sue debolezze, vede un ragazzino che legge un libro. L'Oracolo gli rivela poi che l'unico modo di salvare l' imperatrice e distruggere il Nulla, è quello di trovarle un nuovo nome per lei, e che solo un essere umano lo può fare.

Il Nulla avanza e l'Oracolo stesso viene distrutto; Atreyu e Falkor ne vengono travolti, il piccolo eroe cade dalla groppa del drago e perde il medaglione. Si ritrova solo e sulle rovine di una strana città, riconosce degli affreschi che ritraggono le sue stesse avventure. Lì incontra Gmorg, che gli rivela che Fantàsia non ha confini perché è fatta dei sogni degli esseri umani, e che il Nulla è la dimostrazione che gli umani non sognano più. Atreyu riesce a uccidere Gmorg e ricongiuntosi con Falkor, va in cerca della Torre d'Avorio per ammettere davanti all'Imperatrice di aver fallito la missione.

Ma la sovrana sembra al contrario felice e rivela ad Atreyu che egli ha adempiuto al suo compito, perché il giovane umano, che ha seguito tutte le avventure di Atreyu nel libro, è in realtà lì con loro. Bastian non vuole ammettere che l'Imperatrice stia parlando di lui, e solo quando quest'ultima lo implora chiamandolo per nome, egli si convince di essere l'unico in grado di salvare Fantàsia, e si lascia trasportare dalla sua fantasìa. Preso coraggio urla il nome che era di sua madre, Eva, come la prima donna, simbolo di un nuovo inizio per ribattezzare l'Imperatrice, eliminando il Nulla.

Ora si ritrova nel buio più totale di fronte all'Imperatrice, l'unica fonte di luce è un piccolo granello di sabbia che è tutto ciò che resta del vasto regno di Fantàsia. L'Imperatrice chiede a Bastian di ricreare quel mondo attraverso i suoi desideri, ogni cosa gli sarà permessa. Il primo desiderio di Bastian è quello di ritrovare tutte le creature di Fantàsia sane e salve, di cavalcare Falkor ed infine inseguire con il Fortunadrago i tre bulli che lo perseguitavano, fino a farli cadere nel bidone dell'immondizia. Dopodiché, prima di tornare a casa, Bastian esprimerà molti altri desideri e vivrà molte altre avventure.

CURIOSITÀ'

Michael Ende, dopo la prima, avrebbe dichiarato, infuriato, a causa delle enormi modifiche che produzione e regista volevano apportare alla storia, quando ormai era troppo tardi per opporsi: «...auguro la peste ai produttori. M'hanno ignorato. Quello che mi hanno fatto è una sozzura a livello umano, un tradimento a quello artistico». Il film venne comunque proiettato nei cinema, nonostante i tentativi dello scrittore per bloccarlo. Intentò una causa alla produzione perché fosse eliminato il suo nome dai titoli di testa, causa che, nel 1985, perse.

Nel 2009 la Warner Bros. ha avviato i preparativi per produrre un rifacimento del film, acquistando i diritti cinematografici del romanzo e dei film con l'appoggio di studi minori Kennedy Marshall Co., Appian Way. L'annuncio della produzione informa che il nuovo film sarà attualizzato all'epoca odierna con alte aspettative dovute agli ingenti effetti visivi che saranno utilizzati, e in caso di successo sono già confermati successivi sequel dediti al riavvio della saga cinematografica.

PROFUMO DI RECENSIONE

Un film ricco di spunti, che seppur in maniera velata parla di argomenti profondi e seri( come la perdita della mamma, e il non ascolto del padre).

Nonostante le grandi differenze col libro ha dato grande importante al tema delle fantasia e ai libri ( un'importanza che " i giovani" trascurano essendo troppo abituati a videogiochi e play station.)

Una pellicola che ci conduce in una dimensione magica dove si ritrovano personaggi che vivono in simbiosi con la terra e che cercano in essa il suo sostentamento.

Chi non ha mai sognato di volare sul Fortunadrago?

Chi non vorrebbe visitare il palazzo d'avorio o possedere il magico Aurin?

Un ottimo punto di partenza per leggere il libro e approfondire ancora più la tematica e l'intento.

COSA E' SUCCESSO AGLI ATTORI DEL FILM?

Per scoprirlo seguite il link

Il mio profumo termina qui, ora si aprano le danze della discussione.

Grazie a tutti.

A presto.

La storia infinita

Commenta il post

giusy 01/22/2014 10:43

mia cara se ti dico che mi vedo questo film almeno 1 volta a settimana da circa 1 anno????ahhhhhhhhhhhhhhhhhhh
mia figlia e mio nipote l'adorano.....l'abbiamo registrato su my sky....e cosi' ogni volta che andiamoa casa dei miei tappa fissa la domenica è questo film!!!
per nn parlare della mia infanzia e dei ricordi legati a questo fantastico film!
non ho mai letto il libro ma di certo rimane il film cult degli anni '80!

Megghy 01/22/2014 10:29

Il fim è molto bello e ora leggendoti mi hai suscitato una certa nostalgia... devo farlo vedere anche alle mie piccoline.

anna santese 01/21/2014 22:51

quando ero piccola questa storia mi ha messo paura e angoscia di brutto per molto tempo e il drago non mi piace manco un pò...lo trovavo sul genere horror sto film... giuro!

Rita 01/21/2014 20:32

Ricordo quando sono andata a vedere la presentazione di questo film, ed ero eccitatissima e mi è piaciuto tantissimo, amcora adesso lo vedo con piacere!

mari nisi 01/21/2014 18:34

oddioooo lucia...io adoro La storia infinita ...è uno dei miei film preferiti!
ultimamente me lo sono rivisto 2 volte :)